Ictus

Recenti studi scientifici hanno messo in luce la correlazione tra le malattie cardiovascolari e la malattia parodontale grave. Di fatto, il paziente affetto da questa malattia è esposto ad un aumentato rischio di aterosclerosi, ictus ed infarto del miocardio.

Curando adeguatamente la malattia parodontale si riduce notevolmente il rischio di essere colpiti da queste pericolose patologie. Un altro fattore di rischio per le malattia cardiovascolari è la Sindrome delle Apnee Notturne (OSAS), che colpisce il 4% della popolazione. Chi ne è colpito di solito russa ma, anche senza rendersene conto, durante il sonno va in apnea per numerose volte e la mancata ossigenazione crea delle conseguenze soprattutto a livello di cuore e cervello.

Il dentista adeguatamente formato può individuare i segnali spia di questa sindrome, così come il dentista parodontologo riconosce la malattia parodontale. In entrambi i casi il ruolo del dentista può essere determinante per la qualità della vita della persona.

ictus

Soluzioni e
terapie

Potresti avere un problema, clicca uno dei
trattamenti in base alle tue preferenze