L’importanza del dialogo nella terapia dentale

20 Febbraio 2020

in Dalla Clinica, Le cose giuste

 

Non è la prima volta che sulle pagine di questo blog parliamo di un argomento a nostro avviso fondamentale, ovvero quello del rapporto tra “paziente” e “dentista”, e di una visione di terapia che sappia allargare il concetto di “cura” in senso umano e dialogico.

Da diversi anni Faggian Clinic ha infatti avviato una riflessione su questo tema, un percorso che ha coinvolto tutte le figure del nostro team, con l’obiettivo di migliorare il servizio e rispondere alle esigenze delle persone che ogni giorno scelgono la nostra clinica.

 

Accoglienza, chiarezza, supporto: le terapia dentale personalizzata

Quella di un rapporto qualitativo tra paziente e dentista è un’esigenza sempre più sentita, in primis dai pazienti, che si rivolgono al professionista per le sue capacità professionali e mediche ma anche per avere consigli, alternative e chiarimenti. In secondo luogo, per il dentista stesso che, comprendendo meglio le aspettative e le esigenze del paziente, è in grado di formulare una terapia e un piano di cure personalizzato.

Terapia etica, personalizzazione delle cure, sono solo alcuni dei nomi che richiamano questo modo di intendere la professione odontoiatrica. Un approccio che, oltre alla migliore cura della patologia, sia in grado di integrare il rapporto umano.

Questo implica accogliere e seguire il paziente con i suoi dubbi, le sue emozioni, la sua storia e le sue aspettative, aprendo un dialogo chiaro e diretto sulle diverse opzioni terapeutiche possibili, sui loro vantaggi e sulle tempistiche, fino a stabilire insieme il miglior percorso.

Qualità delle cure: il percorso di Faggian Clinic

In Faggian Clinic abbiamo abbracciato questa visione, allargando il concetto di benessere e salute del paziente grazie ad un approccio relazionale e dialogico, aperto, chiaro e sempre trasparente.

Il risultato è la capacità di proporre e definire insieme una terapia dentale personalizzata, mettendo al servizio del paziente le nostre competenze e capacità, ascoltando le sue domande e le sue esigenze per formulare la miglior terapia, sia sul piano tecnico-professionale che su quello umano.

Per chi fosse interessato ad approfondire questo argomento, ecco due dei nostri articoli più recenti dedicati a questo tema: