Malattia parodontale: il trattamento

ecco le fasi della terapia »

Fase 1

Diagnosi clinica con visita parodontale scritta, diagnosi radiografica con Status 21 ed eventuale esecuzione di test genetici e batterici

Fase 2

Fase igienica non chirurgica per eliminare tartaro e placca batterica sia sopra che sotto gengiva. Consegna al paziente del kit personale d’igiene, istruzione e motivazione del paziente a un corretto ed efficace mantenimento domiciliare

Fase 3

Dopo 45 giorni nuova visita parodontale scritta per valutare la risposta dell’organismo alla terapia, valutazione dei successivi step di trattamento parodontale e impostazione della terapia parodontale di supporto con sedute di igiene personalizzate e cadenzate

Fase 4

Eventuale fase correttiva chirurgica per correggere i danni causati dalla malattia parodontale, ristabilendo così la corretta morfologia dei tessuti ossei e gengivali

Fase 5

Rivalutazione finale radiografica e con visita parodontale scritta

Fase 6

Fase di mantenimento con terapia parodontale di supporto periodica, sempre con visita parodontale scritta e una volta l’anno controllo radiografico

Trattamento della malattia parodontale

La malattia parodontale, conosciuta come parodontite o più comunemente detta “piorrea”, è una malattia subdola, tanto per il paziente quanto per il dentista generico che la deve sapere riconoscere e curare. Troppo spesso giungono alla nostra osservazione nuovi pazienti affetti da malattia parodontale grave che ci confidano che per anni si sono sentiti dire dal loro precedente dentista «Va tutto bene», oppure persone alle quali il precedente dentista ha fatto diagnosi di parodontite, ma la malattia non è mai stata curata oppure in cui la terapia parodontale è stata fatta male ed incompletamente.

La diagnosi di malattia parodontale può essere fatta da molti bravi dentisti. La Parodontologia, invece, richiede un rigore, un impegno e un’organizzazione che pochi studi dentistici sono in grado di costruire e mantenere efficiente nel tempo.

Faggian Clinic è una clinica specializzata in Parodontologia.

Malattia parodontale: cause e sintomi

Ci sono dentisti che ancora non sanno dare una risposta corretta a domande apparentemente semplici come: “Quali sono le cause della malattia parodontale? Perché in alcuni casi le gengiviti evolvono in parodontiti, mentre in altri casi no?”. Sulle cause della malattia parodontale, insomma, c’è ancora grande confusione. Le cause di piorrea e parodontiti sono da ricercare principalmente nella placca batterica, ma bisogna aggiungere anche una predisposizione genetica necessaria all’insorgere della malattia. Altri fattori che contribuiscono sono il fumo di sigaretta e la malocclusione.

Più evidenti sono invece i sintomi: la malattia parodontale colpisce i tessuti di sostegno del dente e si manifesta clinicamente con i seguenti segni: sanguinamento delle gengive, alitosi, aumentata mobilità dentale, spostamento dei denti, retrazione delle gengive e quindi formazione di tasche gengivali, ascessi gengivali.

Come si cura la malattia parodontale

Anche a questo proposito si leggono spesso inesattezze circa le metodologie di cura e terapia parodontale. Le moderne tecniche si possono schematizzare in 3 fasi:

– Fase igienica: in cui il paziente deve imparare a controllare perfettamente la placca batterica grazie ad insegnamenti personalizzati, mentre l’igienista deve eliminare tutta la placca batterica ed il tartaro che si sono accumulati sulla superficie del dente sopra e sottogengiva.

– Fase correttiva (se necessaria): in cui il parodontologo va a correggere tutti i danni causati dalla malattia parodontale; qui si può spaziare dalla chirurgia rigenerativa (che mira a ricostruire il tessuto perso) alla chirurgia resettiva (che tende ad eliminare i difetti ossei ripristinando in modo mantenibile nel tempo il corretto profilo osseo – gengivale) fino alla chirurgia plastica mucogengivale (che mira a ricostruire i tessuti gengivali persi oppure a ridare al sorriso una corretta armonia gengivale).

– Terapia parodontale di supporto: è una procedura personalizzata che mira a conservare nel tempo lo stato di salute raggiunto con le 2 fasi precedenti e richiede una stretta collaborazione tra il paziente ed il personale medico e paramedico dello studio. La periodicità con cui viene eseguita è stabilita dal Parodontologo in modo individuale per ciascun paziente, in rapporto alla gravita’ iniziale della malattia.

La terapia parodontale di supporto eseguita in Faggian Clinic è una cosa ben diversa dalla “igiene” o “ablazione del tartaro” che viene comunemente fatta negli studi generici: i nostri protocolli prevedono, ad esempio, che ogni volta venga eseguito un sondaggio parodontale (registrato nella cartella parodontale digitale), l’evidenziazione della placca ed il controllo insieme al paziente di possibili errori nell’igiene domiciliare. Solo in questo modo eventuali riacutizzazioni della malattia possono essere individuate e trattate repentinamente.

Consultate il vostro parodontologo se vedete questi segni, sono tutti sintomi di malattia parodontale:

  • Sangue sul cuscino quando vi svegliate al mattino
  • Gengive che sanguinano allo spazzolamento o mangiando cibi duri
  • Gengive arrossate, gonfie, o da cui fuoriesce pus
  • “Prurito” alle gengive
  • Alitosi o sapore sgradevole persistenti
  • Denti con evidente mobilità
  • Difficoltà a masticare
  • Creazione di spazi tra i denti a causa di spostamenti dentali
  • Ascessi gengivali o gonfiori sospetti

Se riconosci i sintomi della malattia parodontale, prenota una visita

ho letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati personali.

Caso A: Parodontite cronica

Questa paziente si è rivolta alla nostra attenzione, perché nonostante da anni riferisse al suo dentista precedente che le gengive sanguinavano, le vedeva ritirarsi e che lamentava una notevole alitosi, le uniche cose che venivano fatte erano pulizie del tartaro e raccomandazioni di lavare bene i denti a casa.
Questa è una parodontite cronica dell’adulto molto avanzata che richiede una fase igienica parodontale fatta in modo perfetto.
Come si può vedere dalle fotografie, a soli 3 mesi di distanza la situazione è notevolmente migliorata, però i 20 anni persi dai dentisti precedenti hanno lasciato il segno sulle gengive della paziente.

Parodontite cronica

Prima

Parodontite cronica - dopo

Dopo

Caso B: Parodontite aggressiva generalizzata

Questa paziente si è rivolta in Faggian Clinic, perché non riusciva più a mangiare, si svegliava al mattino con il cuscino sporco di sangue, aveva le gengive sanguinanti, le vedeva ritirarsi e lamentava una notevole alitosi.
La diagnosi molto accurata, servendosi anche di test genetici e batterici, ha confermato essere una Parodontite Aggressiva Generalizzata.
La terapia è iniziata con una fase igienica molto approfondita, che ha avuto un eccellente risultato, supportato anche da una notevole motivazione della paziente.
Una volta avuta la certezza che la malattia poteva essere tenuta sotto controllo, la paziente ha espresso il desiderio di poter masticare meglio e di avere una buona estetica.
Tra le varie soluzioni proposte, la paziente ha accettato una riabilitazione su impianti, che l’ha portata in poco tempo a soddisfare i requisiti di funzione ed estetica.

Sorriso prima del trattamento di parodontite aggressiva

Sorriso prima

Situazione precedente al trattamento della parodontite

Prima

Dopo la fase igienica

Dopo la fase igienica

 

Arcata superiore dopo riabilitazione implantare complessa

Arcata superiore dopo riabilitazione implantare complessa

Dopo riabilitazione implantare complessa

Dopo riabilitazione implantare complessa

Arcata inferiore dopo Riabilitazione Implantare Complessa

Arcata inferiore dopo Riabilitazione Implantare Complessa

 

Sorriso dopo il trattamento della malattia parodontale

Dopo

Caso C: Malattia parodontale
avanzata

Questo paziente si è rivolta alla nostra attenzione, perché nonostante da anni riferisse al suo dentista precedente che le gengive sanguinavano e in rare occasioni fossero dolenti, le uniche cose che venivano fatte erano pulizie del tartaro e raccomandazioni di lavare bene i denti a casa.
Questa è una parodontite aggressiva generalizzata molto avanzata che nessuno dei dentisti precedenti ha diagnosticato e curato.
Il trattamento di questa grave parodontite richiede una fase igienica parodontale estremamente accurata ed eseguita alla perfezione.
Come si può vedere dalle fotografie, a soli 3 mesi di distanza la situazione è notevolmente migliorata, come al solito bisogna fare bene le cose giuste.

Radiografie iniziali per il trattamento della malattia parodontale

Radiografie iniziali

 

Situazione iniziale di malattia parodontale

Prima

Situazione iniziale di malattia parodontale

Dopo la fase igienica

Situazione iniziale di parodontite

Dopo la riabilitazione implantare complessa

 

Malattia parodontale - dopo Fase Igienica

Dopo. Visione sinistra

Malattia parodontale dopo la fase Igienica

Dopo

Dopo Fase Igienica

Dopo. Versione destra

Pensi di soffrire di malattia parodontale?

Prenota ora una visita con gli specialisti di Faggian Clinic!

ho letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati personali.

Medici specializzati
nella cura
della malattia
parodontale